Calcio

Prima Categoria| Sesto vittoria all’ultimo fiato. A Penati non basta il solito Cimellaro.

La Sesto 2012 fa tre su tre battendo 2-1 il Carugate in rimonta e mantenendo così la testa della classifica al pari della Football Leon, vincente anche lei. Ai rossoverdi di Penati non basta un’ottima prova fatta di cuore e gambe, perché, nel momento fondamentale del match, ovvero dopo il vantaggio ottenuto sul rigore trasformato da Cimellaro, è venuto a mancare il terzo fondamentale che ti permette di vincere le partite: la testa.

La cronaca del match

A parte qualche cambio nella difesa sestese, le formazioni sono quelle ipotizzate alla vigilia, con un 4-3-1-2 per i padroni di casa e un 4-3-3 per gli ospiti che, all’occorrenza, si trasforma in un 4-2-3-1. Sin dai primi minuti di gioco si avverte fortemente una certa tensione in campo, tipica dei big match come questo e, complice anche il freddo invernale, le occasioni stentano ad arrivare. La prima palla-gol capita sui piedi del bomber brasiliano, Pereira do Nascimento, che, dopo una leggera mischia in area, si ritrova il pallone sul destro, ma spara alto da pochi passi. Il Carugate difende con ordine e lascia pochi spazi di manovra ai fantasisti sestesi, soprattutto limita gli inserimenti delle mezz’ali e la spinta sulle fasce dei terzini, provando a ripartire con velocità e qualità. Proprio da una ripartenza nasce l’occasione più grande del primo tempo per gli ospiti: splendida combinazione sulla fascia destra tra Crotti e Viganò con quest’ultimo che prova la conclusione mancina dalla distanza, Rioldi respinge malissimo e sulla ribattuta Cimellaro insacca, ma la posizione di partenza è, seppur di pochissimo, in fuorigioco. Nella ripresa si scaldano gli animi e si scalda anche la partita, con Altamura che nel giro di tre minuti ha ben due occasioni per portare in vantaggio i suoi, ma, in entrambi i casi, calcia male e alto da ottima posizione e senza disturbi da parte dei difensori avversari. Al 27’, finalmente, l’episodio che sblocca la partita: inserimento perfetto di Viganò e intervento rischioso, ma sul pallone, di Mauri che il Direttore di gara valuta come fallo da rigore. Dal dischetto si presenta capitan Cimellaro che spiazza Rioldi e fa esplodere di gioia la panchina di Penati. È però una gioia solamente illusoria, perché, dopo il vantaggio ottenuto, gli ospiti si sgretolano e lasciano ampi spazi alle scorribande, seppur poco ragionate, avversarie e, dopo appena tre minuti, Altamura si inserisce bene in area e viene atterrato da Panariello; il contatto è leggero, ma per Tiraboschi è rigore. Dagli undici metri va Pereira che incrocia e spiazza Kasyan per il pareggio sestese. I padroni di casa ora ci credono e si riversano in avanti alla ricerca del gol vittoria che arriva dopo appena cinque minuti, quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Altamura ributta il pallone in mezzo, Kasyan va completamente a vuoto (seppur disturbato da un compagno) e Sala deposita la sfera in rete, di testa, nella porta sguarnita. Termina dunque così, con la formazione di casa che strappa in rimonta, con le unghie e con i denti, una vittoria decisamente pesante.

Il tabellino del match

SESTO 2012      2
CARUGATE         1
RETI: 27’ st rig. Cimellaro (C), 30’ st rig. Pereira do Nascimento (S), 35’ st Sala (S).
SESTO 2012 (4-3-1-2): Rioldi 6, Frau 6.5, Mauri 6 (31’ st Pafundi 6), Tassoncini 6.5, Sala 7.5, Piola 6.5, Borghetti  6.5 (41’ st Danzo sv), Altamura 6.5, Pereira do Nascimento 7 (44’ st Giesi sv), Martina 6 (38’ st Biello sv), Ghioni 5.5 (15’ st Urbano 6.5). A disp. Ghezzi, Profeta, Ciliberti, Dalla Vecchia. All. Furgeri 6.5. Dir. Rovati-Fusetti.
CARUGATE (4-3-3): Kasyan 5, Galbiati 6, Manno C. 6, Manno M. 6.5 (41’ st Mapelli sv), Covello 7, Panariello 6.5 (35’ st Pedrazzi sv), Viganò 7, Crotti 6.5, Cimellaro 6.5, Divella 6.5, Magni 5.5 (40’ st Beretta sv). A disp. Cerizza, Varisco, Morra, Di Domizio, Bergomi, Incampo. All. Penati 6.5. Dir. Canzi-Gagliardi.
ARBITRO: Tiraboschi di Bergamo 5.
AMMONITI: Tassoncini (S), Piola (S), Borghetti (S), Mapelli (C). 

previous arrow
next arrow
Slider

Le pagelle della Sesto 2012

RIOLDI 6 Tanto insicuro nelle prese quanto una sicurezza nelle uscite alte. Sufficiente.
FRAU 6.5 I suoi attaccano solo dalla sua parte e lui aiuta la manovra con costanti progressioni offensive.
MAURI 6 Suo il fallo da rigore; è vero, tocca prima il pallone, ma l’intervento è stato davvero rischioso.
TASSONCINI 6.5 Cresce con il passare del tempo dopo aver sofferto l’iniziale pressing avversario.
SALA 7.5 Gol vittoria e una prova difensiva maiuscola, è lui il man of the match.
PIOLA 6.5 Guida i suoi da dietro con carisma da leader e chiusure sempre precise.
BORGHETTI 6.5 Il giallo dopo pochi minuti rischia di limitare quelle che sono le sue doti migliori, ma non demorde e senza timore recupera un’infinità di palloni .
ALTAMURA 6.5 Due grandi chance buttate via, ma anche il rigore conquistato e l’assist per il gol della vittoria: Dr. Jekyll e Mr. Hyde.
PEREIRA 7 Primo tempo più che insufficiente, dopo l’intervallo esce dagli spogliatoi con una verve completamente diversa e tutte le azioni offensive partono da lui. Glaciale dal dischetto.
MARTINA 6 Ci si aspettava sicuramente di più, ma nel complesso è sufficiente.
GHIONI 5.5 Unico insufficiente dei suoi. Fatica a trovare spazi e movimenti adatti al gioco offensivo sestese, finendo troppo spesso nella morsa difensiva ospite.
All. FURGERI 6.5 Non la prova più brillante di questo inizio di stagione, ma era pronosticabile vista la difficoltà di una partita che sembrava si stesse mettendo sui binari sbagliati. Reazione da grande squadra e primo posto più che saldo.

Terza vittoria in tre partite per i sestesi di Furgeri, ecco le parole del tecnico nel post-partita: «Il Carugate ha dimostrato di essere un’ottima squadra, sapevamo che sarebbe stata dura e sono contento per il carattere e la reazione al momento di difficoltà; è stata una dimostrazione di maturità e compattezza contro una squadra forte e ben attrezzata per questo tipo di partite. Per parlare di promozione diretta è ancora troppo presto, quella di oggi è sicuramente una vittoria importante, ma sono passate solo tre partite; abbiamo sicuramente una buona squadra, ma ora non ci si può sbilanciare in pronostici, posso solo dire che l’inizio di stagione è stato davvero buono».

Le pagelle del Carugate

KASYAN 5 L’uscita completamente errata a dieci minuti dalla fine consegna la vittoria alla Sesto 2012.
GALBIATI 6 Dalle sue parti, nel primo tempo, si fan vedere poco. Manca la spinta in fase offensiva.
MANNO C. 6 Ha grinta da vendere, spesso però si perde con il pallone tra i piedi nella metà campo avversaria.
MANNO M. 6.5 Leadership e geometrie a servizio della squadra.
COVELLO 7 Classe ’83, invalicabile da qualunque degli attaccanti biancoblu.
PANARIELLO 6.5 Anche per lui una prova più che sufficiente, nel primo tempo non fa giocare Ghioni.
VIGANÒ 7 Ottima tecnica e inserimenti precisi, come quello che porta al rigore che si conquista per l’illusorio vantaggio.
CROTTI 6.5 Gran prova di quantità, è l’uomo in più del centrocampo di Penati. Troppo spesso, però, perde lucidità negli ultimi metri.
CIMELLARO 6.5 Perfetto dal dischetto, prova a far salire i suoi, ma i centrali avversari sono ossi durissimi.
DIVELLA 6.5 Prova più volte a prendere per mano la squadra in fase di possesso. Grande tecnica spesso non seguita dai suoi.
MAGNI 5.5 Poco presente a centrocampo in entrambe le fasi.
All. PENATI 6.5 I suoi reggono e giocano una gran partita (soprattutto in fase difensiva) fino al gol del vantaggio, poi cinque minuti di blackout e niente sorpasso, ma la strada è quella giusta.

Sognavano il sorpasso i rossoverdi che, invece, scendono al sesto posto di un girone che sembra davvero equilibrato. Con Football Leon e Sesto 2012 favorite, tutte le altre sembrano attrezzate per puntare ai playoff. Queste le parole del tecnico del Carugate, Mauro Penati, dopo la sconfitta di misura in casa della capolista: «C’è tanta amarezza, secondo me fino al nostro gol abbiamo fatto una gran prova, poi ci abbiamo capito poco in quei fatali cinque minuti, siamo giovani e dobbiamo crescere anche e soprattutto grazie a queste partite. Fino ad ora abbiamo avuto un inizio di stagione bello tosto, sempre contro squadre forti, quindi posso dire che stiamo dimostrando di potercela giocare anche con squadre che rispetto a noi sono più conosciute e più attrezzate sulla carta».

Antonio Reale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *