Calcio

Promozione| L’Altabrianza torna al successo, mentre il Muggiò ancora con il freno a mano. Labate para rigori rilancia il Casati?

Turno infrasettimanale, quasi inedito, per quanto riguarda la Promozione. Quello di ieri sera, però, è stato un turno di campionato decisamente interessante che altro non ha fatto che rendere la corsa verso l’Eccellenza e verso la salvezza ancora più appassionante. Dunque non resta che mettersi comodi e restare a guarda.

previous arrow
next arrow
Slider

Partiamo ovviamente con la corsa in vetta. Dopo due passaggi a vuoto ritorna al successo l’Altabrianza di mister Ziliotto che, in casa, passa per 3-1 contro il Lissone. A riportare il sorriso dalle parti di Canzo ci ha pensato il solito, immenso, Rossetti autore di una doppietta e il gol di Colombo. Di Romeo, invece, l’unica gioia lissonese che con la marcatura ad inizio secondo tempo ha per qualche minuto sperato nel colpaccio. I tre punti ottenuti ieri sera dai comaschi sono, dunque, vera e propria manna dal cielo visto che il Muggiò di Natobuono, dopo essere tornato al successo domenica sera contro il Cavenago, ieri sera è stato fermato proprio dai “cugini” dell’Altabrianza, ovvero l’Arcellasco. Un punto in rimonta è quello ottenuto dai gialloblù che al riposo erano sotto 1-0 grazie al gol di Caligiuri. Nella ripresa, però, ad evitare ai leoni brianzoli un altro ko ci ha pensato, ancora una volta, il loro bomber Manuel Personé che con la quindicesima timbratura in campionato evita la sconfitta ai suoi. Adesso, il Muggiò è tornato punto a capo ovvero ad inseguire visto il ritardo di due punti proprio nei confronti dell’Altabrianza. Attenzione, però, che – come spesso si dice – tra i due litiganti il terzo gode. In questa lotta non si può non citare il Cinisello di Quattromini che si issa al terzo posto a quota 39 grazie al netto successo per 3-1 in casa ai danni dell’Arcadia Dolzago. Per i cinisellesi la classifica al momento è da considerarsi “mutevole” visto che potrebbero esserci delle sorprese dopo il ko di domenica contro il Sondrio. Stando alle carte al momento la soluzione, forse, più percorribile è quella di un rematch tra le due formazioni visto l’errore di forma che ha coinvolto il CRL e proprio la formazione valtellinese.

previous arrow
next arrow
Slider

Come si può dunque intuire la corsa verso l’Eccellenza è quanto mai serrata. Però anche per accaparrarsi un posto nei playoff si sgomita e non poco. Specie dopo i risultati di ieri sera che hanno visto lo stop del Lissone e il rallentamento dell’Arcellasco. Chi guadagna terreno in questo senso è l’Olimpiagrenta di capitan Esposito che si porta a una sola lunghezza dal Lissone grazie al successo ottenuto ieri sera contro il Barzago. Un agevole 3-1 dove ai ragazzi di Arrigoni non è bastato il gol di Gizdov per mettere in cascina punti preziosi in ottica salvezza: Sangalli, Manzoni e Moyans infatti trascinano la banda di Perziano e continuano a cullare quel sogno chiamato playoff che solo pochi mesi fa sembrava essere più che un’utopia una vera e propria chimera. Resta sempre in scia anche la Concorezzo di mister Nava che con il pareggio 0-0 di Bernareggio contro la Vibe fallisce un’ottima chance di accorciare e mettere pressione a chi sta davanti.

previous arrow
next arrow
Slider

In questo girone si lotta, e fin qui credo sia chiaro a tutti. Anche per la permanenza in categoria la lotta è serrata. O meglio, Arcadia Dolzago e Barzago al momento sono leggermente staccati dal gruppone. Ma le squadre che retrocedono sono tre e al momento capire chi potrebbe essere la terza è missione assai ardua. Fino a domenica una seria candidata poteva essere il Casati Arcore che sta vivendo questa stagione un’annata decisamente complicata. Ieri sera poi i ragazzi di Pessina erano ospiti di un avversario decisamente ostico come il Cavenago (che all’andata ad Arcore si era imposto per 4-0): dunque i presupposti per un altra gara davvero complicata c’erano tutti. E in sé la gara è stata davvero tosta, ma questa volta i tre punti sono andati ai biancoverdi che trascinati da un super Mattia Labate che è stato gelido tra i pali neutralizzando due rigori dei padroni di casa (uno calciato fuori). Alle parate decisamente importanti del classe ’98 all’ottenimento dei 3 punti hanno certamente influito anche le reti messe a segno da Costantino e Redaelli. Rimanendo sempre in ottica salvezza sono tre punti d’oro i primi conquistati da mister Battistini alla guida della ColicoDerviese. Infatti la formazione gialloblù, ieri sera, è ritornata al successo superando per 1-0 la Cob in quella che era una vera e proprio sfida da dentro o fuori. A decidere l’incontro è stato un gol di Scotti in avvio di gara: che questi tre punti possano dare una nuova verve alla formazione lecchese? Chiude infine il mezzo passo falso del Sondrio, che resta comunque in striscia positiva, ma non riesce a centrare il successo in casa dell’Aurora Olgiate visto il risultato finale di 1-1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *