Calcio

Eccellenza| Sant’Angelo che tonfo! L’Offanenghese torna avanti a piccoli passi. Colpaccio Castelleone per la salvezza

Quella di ieri è stata una domenica pomeriggio con diversi risultati a sorpresa che altro non fa che rendere ancora più complicato e avvincente questo Girone B. Resta ancora tutta da decifrare la corsa alla D visto il ko del Sant’Angelo e l’Offanenghese che non ne approfitta a pieno. Nelle zone calde solo il Castelleone muove la classifica, ma attenzione che mercoledì tutto potrà essere più chiaro.

previous arrow
next arrow
Slider

Partiamo dalla vetta e partiamo proprio con la notizia di giornata, ovvero il ko del Sant’Angelo nel testa coda di Mariano. Una sconfitta per 2-1 praticamente impronosticabile alla vigilia, specie dopo che settimana scorsa grazie al successo nel finale la formazione Barasina era riuscita, finalmente, ad agganciare in vetta l’Offanenghese. E invece per il momento è tutto da rifare per i rossoneri che ieri, avanti subito 1-0 grazie alla rete di Vaglio sono stati rimontati e sconfitti per 2-1 dal Mariano, fanalino di coda, di mister Vianello. La squadra comasca, che praticamente sembra essere la prima condannata al ritorno in Promozione, non ha ancora intenzione di alzare bandiera bianca in questo campionato e ieri a farne le spese sono stati proprio i Barasini che hanno subito una pesante battuta d’arresto. Per il Sant’Angelo, tutto sommato, però si è trattato di un ko agrodolce visto che comunque l’Offanenghese non ne ha approfittato in pieno. Infatti la formazione di Lucchi Tuelli non è riuscita ad andare oltre lo 0-0 in casa contro la Pontelambrese. Un punto importante, questo, per i giallorossi che riconquistano la vetta solitaria ma non riescono nell’allungo. Dunque adesso il testa a testa continua serrato e con 9 partite ancora da giocare e 27 punti in palio tutto è possibile.

previous arrow
next arrow
Slider

Con appunto ancora 9 partite da giocare e 27 punti a disposizione forse non è ancora giunto il momento di tagliare definitivamente fuori dalla corsa alla D il Lemine Almenno. Infatti la formazione orobica, grande sorpresa di questo campionato, ieri si è aggiudicato il “Derby” bergamasco contro la Cisanese per 1-0 e si è portata a quota 52 punti a sole tre lunghezze dalla seconda piazza del Sant’Angelo e 4 dalla vetta. Insomma, visto l’entusiasmo che circonda e avvolge la formazione gialloverde è presto per tagliarli fuori dalla corsa al titolo. Parlando invece di playoff resta in scia il Mapello di Inacio che sembra aver ritrovato la giusta continuità. Infatti dopo il successo contro la Cisanese di domenica scorsa, ieri i gialloblù hanno schiantato in casa per 3-1 uno Zingonia sempre più in difficoltà. Capelli, Sonzogni e Ghisalberti mettono la firma su un successo importante che tiene ancorato al quarto posto la formazione orobica a distanza di sicurezza dalll’AlbinoGandino.

previous arrow
next arrow
Slider

Ma visti i risultati delle ultime settimane è forse giunto il momento di fare un’analisi più approfondita per quanto riguarda la corsa alla salvezza. Infatti se ad oggi si dovesse dare uno sguardo alla classifica al sesto posto ci sono appaiate la Luisiana e la Trevigliese a quota 34, e che ieri nella loro sfida si sono divise la posta in palio con un blando 0-0. Ma al di là di questo la domanda è: con 34 punti al momento si può stare tranquilli? Forse la risposta più logica in questo momento è no visto che la prima squadra impegnata nel playout al momento è lo Zingonia a quota 30 punti. Ad essere precisi ad oggi lo Zingonia sarebbe salvo in virtù della forbice di punti che lo separa dalla Pontelambrese, attualmente terzultima a quota 21 punti. Ma c’è un però. Mercoledì infatti c’è l’ultimo turno di recupero del girone di andata con sfida che hanno un peso specifico rilevante soprattutto per quanto riguarda la corsa salvezza visti gli incroci tra il Mariano e la Speranza, il Castelleone e lo Zingonia ed infine il Codogno e l’AlbinoGandino. Dunque per capire se i 34 punti attuali di Luisiana e Trevigliese bastano per essere tranquilli bisognerà aspettare quanto meno mercoledì dove si potrebbe ridisegnare la classifica con la terzultima posizione che potrebbe essere a quota 23 punti ed il che cambierebbe al momento un po’ le cose. Intanto parlando di ciò che è accaduto ieri, importante è stato il successo ottenuto dal Manara in pieno recupero contro l’AlbinoGandino. Ai ragazzi di Abaterusso è bastata una zuccata di De Lisio a tempo pressoché scaduto per allontanarsi dalla zona rovente e guadagnare tre punti che quanto meno danno un po’ di respiro. Ottimo anche il successo esterno dello Scanzorosciate che grazie ad un gol di Bosis in avvio di match strappa i tre punti dal Molinari di Codogno. Finisce invece in parità e tra le proteste rossoverdi il match clou di questo segmento di classifica, ovvero la sfida del Missaglia tra la Speranza ed il Sancolombano. Un pareggio per 1-1 che di fatto non aiuta nessuno e che lascia tanto amaro in bocca nei padroni di casa che nel finale si sono visti annullare un gol – che sarebbe potuto essere decisamente pesante – per una decisione del guardalinee tutta ancora da decifrare. Nella corsa salvezza di fatto l’unica squadra impelagata nelle zone caldissime di classifica che chiude questa domenica con il sorriso è il Castelleone di Bettinelli che, in casa, supera 3-2 la Vertovese grazie alla doppietta di Kadjo e al gol di Gallarini. Insomma esattamente come la corsa alla D, anche per quanto riguarda la permanenza in categoria la bagarre è quanto mai accesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *