Calcio

Promozione| Altabrianza successo con il brivido, Cini e Muggiò tengono il passo. Costantino fa respirare il Casati

Quella di ieri è stata, a differenza delle ultime settimane, una domenica che al triplice fischio ha regalato poche sorprese per quel che riguarda il campionato di Promozione. Per dirla in parole povere, chi doveva vincere ha – quasi sempre – vinto rispettando i pronostici per un turno di campionato che non muta di troppo la classifica.

previous arrow
next arrow
Slider

Partendo da chi guida dall’alto la graduatoria non si può non partire dall’Altabrianza di mister Ziliotto. La formazione comasca ieri in casa ospitava un cliente decisamente ostico come il Cavenago di Tinelli. Che la gara fosse difficile lo si è capito fin da subito per i biancoblù che dopo poco meno di 20′ si trovavano già sotto nel punteggio per 2-0 grazie alle reti di Catalano e Gioacchini. Ma l’Altabrianza ha qualità e soprattutto sa cosa vuole e, ferita nell’orgoglio, riesce con Tagliabue e Rossetti a rimettere la gara sui giusti binari prima dell’intervallo arrivando al riposo sul punteggio di 2-2. La ripresa è frizzante, ma a deciderla ci ha pensato il vero uomo in più della formazione comasca, ovvero Mair che con il diciassettesimo centro in campionato nei minuti finali, oltre che a prendersi in solitaria la testa della classifica marcatori, regala tre preziosi punti ai suoi che tengono a distanza le inseguitrici. Ieri infatti sia il Cinisello sia il Muggiò non hanno steccato e restano in scia della capolista. Partendo dal Cini, ferito dall’esito del ricorso presentato per il match contro il Sondrio, ieri la formazione di Quattoromini ha fatto suo il derby meneghino contro la Cob. Una partita, anch’essa, risolta nella ripresa visto che nei primi 45′ ad Innocenti aveva risposto per i padroni di casa l’ex Bresso e Speranza Panin. Nella ripresa, però, i gol di Giambrone e Circelli hanno regalato tre preziosi punti che tengono accese le speranze dei rossoblù. Risultato più netto è invece quello raccolto dal Muggiò di Natobuono che nel posticipo serale di Verano Brianza archivia senza troppa fatica la pratica Vibe Ronchese. Un 2-0 nel segno di Mantellini e Personé che regalano tre punti ai gialloblù che devono necessariamente colmare alla svelta il gap acquisito in classifica.

previous arrow
next arrow
Slider

Per quanto riguarda, invece, la corsa playoff è un Arcellasco in formato XXL quello che ieri ha schiantato al Lambrone il Barzago alla prima senza mister Arrigoni, separatosi in settimana dopo il successo contro la Cob dalla formazione gialloblù. Un 4-0 netto che ha messo in luce tutta la voglia di playoff delle Poiane che tengono la quarta piazza del campionato e si candidano ad un posto nella post season. Successo prezioso ed importante è anche quello raccolto dal Lissone che in casa supera di misura il Sondrio grazie alla rete di Caruso alla mezz’ora. Un successo tutt’altro che facile visto che i Valtellinesi nel finale hanno sprecato dagli 11 metri la chance di pareggiare, netrualizzata però da un reattivo Mauri che salva i suoi. Vittoria pesante è anche quella dell’Olimpiagrenta che resta in scia della zona playoff superando in trasferta per 4-1 l’Arcadia Dolzago, sempre più fanalino di coda del girone. Come detto tre punti pesanti per i lecchesi che con i loro 34 punti sono adesso ad una sola lunghezza dal quinto posto occupato dal Lissone e che potrebbe valere un sogno. Rallenta e non riesce a rimanere a stretto contatto la Concorezzese che incappa nel terzo pareggio consecutivo. Ai ragazzi di Nava non è bastato il gol di Sclapari per ritornare dalla lunga trasferta di Colico con i tre punti in tasca, visto che la squadra di Battistini vende cara la pelle e grazie ad Augustoni porta a casa un punto che può rivelarsi molto prezioso da qui in avanti.

previous arrow
next arrow
Slider

Per quanto riguarda, invece, la corsa alla salvezza è una vittoria davvero pesante quella che ieri ha raccolto il Casati di Pessina dal sempre difficile campo dell’Aurora Olgiate. Alla fine, però, una doppietta dell’uomo del momento, Riccardo Costantino, permette ai biancoverdi di strappare i tre punti e allontanarsi sensibilmente dalle zone roventi: può da adesso in poi restare tranquillo il Casati? Detto della loro vittoria, bene o male nei bassifondi non cambia assolutamente nulla visto che nessuna squadra va a punti. Dall’Arcadia all’Aurora tutte le squadre impegnate non riescono a raccogliere punti lasciando immutata la loro classifica. Nota a margine, però, per l’Aurora che sembra essersi leggermente inceppata e sembra essere rientrata nel vortice: riuscirà a non essere risucchiata la formazione di mister Ravasio? Di certo la prossima gara contro il Barzago potrà dire molto sulle loro chance di salvezza diretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *