Calcio

Promozione| Muggiò gioia infinita: è Eccellenza! Il Cini aggancia i playoff, mentre scende in Prima l’Arcadia

Ultimi 90′ di regular season tutt’altro che banali per quel che riguarda il Girone B di Promozione. Visto il cammino avuto da settembre ad oggi gli occhi di tutti erano rivolti alla super sfida di Canzo dove l’Altabrianza e il Muggiò erano, una di fronte all’altra, per l’ultimo atto di uno dei campionati più avvincenti di sempre. Ma in quest’ultima domenica di campionato, però, non era solo la vetta ad essere ancora in palio visto che mancavano ancora gli ultimi dettagli per i playoff, i playout e la retrocessione diretta.

previous arrow
next arrow
Slider

Come detto gli occhi di tutti gli interessati erano rivolti al posticipo di Canzo tra l’Altabrianza ed il Muggiò. La madre di tutte le sfide che per un beffardo scherzo del destino, metteva le prime due forze di questo campionato una di fronte all’altra proprio all’ultimo turno. Se fino a poche settimane fa l’inerzia sembrava essere tutta a favore dei comaschi, il pareggio di Arcore del tre aprile aveva però un po’ invertito il trend. Nell’ultimo mese, infatti, i comaschi guidati da Ziliotto hanno dilapidato tutto il vantaggio (quattro punti) accumulato arrivando all’ultimo atto in una posizione di svantaggio dove la vittoria avrebbe potuto regalare solamente un’altra chance. Dall’altra parte, invece, c’era un Muggiò tosto e concreto che dopo il periodo di down avuto a ridosso del nuovo anno, ha saputo rialzarsi con forza ed è rimasto sempre in scia, sereno e convinto dei propri mezzi. La squadra di Natobuono, poi, ha saputo essere decisiva quando più è servito ed infatti ad Aprile, dopo il pareggio acciuffato a Cinisello ha saputo solamente vincere recpurando, agganciando e sorpassando in vetta l’Altabrianza. E poi è arrivata ieri sera dove grazie un gol per tempo, segnati da capitan Cavalli e da Manuel Personé, i muggioresi non hanno avuto timore a pochi metri dal traguardo ed hanno strappato i 3 punti che questa volta hanno avuto un sapore decisamente diverso e speciale perché sono valsi il ritorno in Eccellenza a distanza di anni. Un risultato eccezionale quello della squadra del Presidente Pace che oltre ad arrivare a quota 70 punti (che se non è record del girone poco ci manca) approda in una categoria che il presidente gialloblù ha sempre mirato fin dal suo arrivo in Brianza. Ci sono volute tre stagioni, tanti cambiamenti, tanti sacrifici ma alla fine ieri sera tutti gli sforzi sono stati ripagati. Onore al Muggiò per aver dunque rispettato le aspettative, ma onore anche all’Altabrianza che ha reso questo Girone B uno dei campionati più belli ed avvincenti di sempre.

previous arrow
next arrow
Slider

Ieri però, negli ultimi 90′ di gioco, non si decideva solo chi avrebbe strappato il pass diretto per l’Eccellenza. Come detto, erano diversi i nodi da sciogliere ad una partita dalla fine e tra questi vi era la possibilità del Cinisello di raggiungere l’Arcellasco ai playoff. Alla fine la squadra di Quattromoni, che per almeno due terzi del campionato è stata agganciata alla vetta ed in scia della coppia Muggiò-Altabrianza è riuscita a centrare l’accesso alla post season grazie al gol siglato da Volpi in casa della Vibe Ronchese, per un 1-0 dal dolce sapore. Tempo di festeggiamenti, dunque, anche per i rossoblù anche se per loro la stagione non è finita visto che adesso dovranno giocarsi il tutto per tutto nel primo turno playoff contro l’Arcellasco che intanto ieri ha perso il fattore campo venendo proprio scavalcato dal Cinisello a causa del ko di misura per 2-1 incassato in casa dell’Olimpiagrenta dei miracoli che, al suo primo vero campionato di Promozione, chiude al quinto posto in classifica, ma fuori dai playoff per la forbice di punti. Chiude la stagione in crescendo anche il Casati di mister Leoni che all’ultima supera senza troppi problemi per 5-0 il Barzago già retrocesso. Un finale di stagione decisamente positivo per i biancoverdi che dopo aver visto con i loro occhi il baratro nell’ultima parte di stagione hanno cambiato decisamente passo risalendo la classifica e mostrando a tutti che non erano i bassi fondi il loro posto. Piccolo dato a loro favore: il Casati nelle ultime 7 gare di campionato ha subito 0 gol mostrando tutta la sua solidità difensiva. Che sia proprio da questo che il DS Pilat ed il DG Dattola vorranno ripartire la prossima stagione? Chiude, poi, con una vittoria anche la Concorezzese che in casa supera 1-0 il Lissone. Un risultato decisamente importante per i biancorossi che vincono con il primo gol in biancorosso segnato dal loro capitano Roberto Bonfanti alla sua ultima partita di calcio giocato. Una grande soddisfazione dunque per il difensore che chiude una lunghissima carriera con un gol pesante che regala tre punti ai ragazzi di Nava che valgono il record di punti in categoria.

previous arrow
next arrow
Slider

Ultimi 90′ che valevano, e non poco, anche per quel che riguarda la volata salvezza. Alla ColicoDerviese di mister Battistini serviva almeno un punto per la matematica salvezza è così è stato visto il pareggio per 1-1 ottenuto alla “Castellina” contro il Sondrio. Per i lecchesi, però, il bello inizia ora visto che sabato sera a Meda avranno la possibilità di raggiungere il Muggiò andando a giocarsi la finale di Coppa Promozione contro la Soncinese. Salvezza matematica che ieri ha acquisito anche l’Aurora Olgiate che a Dolzago si è imposta per 3-2 grazie alle reti di Fall, Castagna e Nembri condannando l’Arcadia al ritorno in Prima Categoria. Nulla da fare per i biancazzurri che nonostante il cambio di passo avuto nell’ultimo periodo non sono riusciti ad arrivare a giocarsi le loro chance di salvezza ai playout. Playout che invece ha strappato con forza la Cob di Provasi che trascinata da Picone e Panin si è imposta 4-2 a Cavenago ottenendo tre preziosi punti che tengono vive le speranze di permanenza in categoria. Adesso però i ragazzi di Cormano dovranno vedersela contro la Vibe Ronchese senza il fattore campo, ma con l’esperienza dalla loro parte. Riuscirà Provasi all’ultimo atto a compiere l’impresa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *